Chiesa Madonna del Buon Consiglio in Arpino.

Ad Arpino basta fare una passeggiata per scoprire sempre qualcosa di bello e particolare.

Quest’anno causa Covid19, in molti non hanno fatto vacanze rimanendo a casa, questa cosa a me non è pesata, non che non mi piaccia visitare bei posti, anzi, ma vivendo in un luogo dove praticamente mi sento sempre in vacanza non ho necessità di andare altrove, vi chiederete dove vivo, basta leggere qualche mio articolo su questo sito e vi renderete conto che chi vive ad Arpino è in vacanza tutto l’anno.

Tempo fa passeggiando in Contrada Collecarino (località Abate), mi sono imbattuta in una chiesetta davvero particolare, inserita al centro di un cortile sembrerebbe quasi privata, e anche se ormai aperta solo in occasioni particolari, viene ben tenuta.

Esterno della Chiesa
Esterno
Portone principale.

Fu donata nel 1899 da Don Giustino Sangermano, Abate di San MIchele Arcangelo (1860/1889), ai Padri Redentoristi di Scifelli (Veroli), con l’obbligo della celebrazione della novena della Madonna del Buon Consiglio e della S. Messa in altre sette festività dedicate alla Vergine.

Nel 1983 la Cappella fu restituita alla Diocesi di Sora e legata alla Parrocchia della Madonna del Carmine (Collecarino).

E’ stata riaperta al culto il 22 Aprile 2012.

(notizie dal libro ”Arpino, La geografia della fede, i segni della storia. Di Rocco De Cesare, a cura di Saverio Zarrelli).

All’interno ci si perde in un cielo di stelle e bellissimi decori laterali.

Interno della Chiesa, altare.
Soffitto magnificamente decorato con stelle dorate e di azzurro e celeste.
Dall’altare guardando verso l’ingresso, da notare il mosaico sul pavimento, è simile a quello della Chiesa Parocchiale in Collecarino.
Entrando sul lato destro si trova un antico confessionale in legno.
Sulla destra una statua rappresentante la Madonna e sulla sinistra un Crocifisso ligneo, al disopra dell’altare un quadro raffigurante la madonna del Buon Consiglio.
All’esterno un piccolo e grazioso porticato.

I giovani di allora, oggi adulti, ancora ricordano le giornate passate in quel cortile giocando a pallone con Padre Rocco che si esibiva anche come prestigiatore e anche in piccoli esperimenti chimici, naturalmente tutti rimanevano a bocca aperta, era sempre attento ai ragazzi, spesso portava loro anche dei dolci e qualche indumento da calcio. In Maggio c’era la novena alla Madonna, naturalmente prima della Novena i tornei di calcio e nel momento del Santo Rosario tutti in Chiesa. (Ricordi di Enzo Pisani).

Mi auguro di tornarci presto per fare altre foto e di trovare altre notizie perchè il posto e le poche notizie che ho appreso mi hanno incuriosita.

Qualche giorno fa ho saputo che prima della riapertura (2012), è stato eseguito il completo restauro pittorico all’interno da parte dell’artista arpinate Marco D’Emilia.

Gianna Reale Ph.

Arpino, 30 Agosto 2020.

2 pensieri su “Chiesa Madonna del Buon Consiglio in Arpino.

  1. Grazie. Questa del Buon Consiglio, come molte altre chiese e siti in Arpino, non la conosco, e non l’ho chiaramente manco vista lontanamente dalle strade che percorro sia a piedi che in macchina. Rileggerò l’articolo per trovare indicazioni su come raggiungerla e quando è aperta.
    Una piccola precisazione: Marco D’Emilia è mio cugino ed è di Arce
    Sempre curiosa e a disposizione
    Carlotta

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...